ETTY BRUNI

COME FINIREMO?

ETTY BRUNI, artista che ha partecipato alla mostra ‘Immersioni La collettiva per un MAre Plastic Free” esposizione curata da Ludovica Bartoli e Tiziano M. Todi, alla Galleria Vittoria, Via Margutta 103, Roma, fino al 4 giugno.

Sono anni che sentiamo parlare dell’inquinamento dei mari, oceani, laghi. Sappiamo quanti pesci muoiono e i danni procurati dal riscaldamento globale alle barriere coralline fonti di biodiversita’ incredibili.

Barriera corallina Atollo di BAA.

Siamo ormai consapevoli, che ogni giorno, senza accorgecene, assimiliamo piccole particelle plastiche.

Ma tutto ciò osservato e raccontato da artisti, ora Etty Bruni, è un punto di vista diverso, un sentire forse più profondo, ma ad ogni modo altro.

titolo ” L’ incanto del nostro mondo contaminato da noi”

Lei ci propone con i suoi colori un azzurro pieno d’armonia in cui perdersi con sensi e la mente. Una sorgente eterna di ispirazione, di energia, di profonda pace. Crogiolo di vite stupefacenti, pieno di colori incredibili, per non parlare delle proprietà della acqua stessa e della sua incantevole fluidità ben resa dalle pennellate dell’autrice che scorrono sulla tela in un continuum senza fine, ma i colori stessi vengono deturpati da residui plastici che ormai si sono insinuato insidiosamente fra le stesse molecole e ancora violentati da pezzi plastici galleggianti.

Nel futuro che succederà? Le prossime generazioni vedranno questo? Con pesci di plastica?

Istallazione di Romolo Basili

Per chi desidera conoscere meglio Etty Bruni può andare sul suo sito ufficiale http://www.ettybruni.com/

Buona visione 🙋‍♀️

HEMMES

Bontempelli scriveva a proposito di Pirandello:”Si affacciava con animo candido alla realtà delle cose”. La cosa che più mi ha colpito quando vidi per la prima volta le opere di Hemmes, ormai più di vent’anni fa, é il suo approccio. Mi sembrava che i suoi occhi erano quelli di un bambino che guardava con stupore e meraviglia ciò che vedeva uscire dalle sue sapienti pennellate, dai tagli della carta, dalle colle, dai rotoli che si aprivano. Ma non osservava la “realtà” di fuori, ma dentro di sé stesso. In questi anni ha proseguito con dedizione, determinazione questo processo e, credo, senza nemmeno esserne pienamente consapevole, riflette nelle sue opere ciò che si esprime ed esce dal suo inconscio. È mosso da emozioni molto profonde che risplendono nei suoi quadri, trasportandoci in un viaggio fatto di emozioni e ricordi nascosti dalla polvere della nostra mente. Piano, piano mette a nudo la bellezza del nostro profondo essere. Se guardiamo nei suoi colori sempre più smaglianti, contrasti, sentiamo prendere vita le nostre sensazioni ed emozioni ormai dimenticate. La carta che si srotola quasi si apre per offrirci una porta, un sottile varco navigando in un blu acceso, o in un rosso vivo, per lasciarci andare nei sogni dell’animo.

Per me è ancora stupefacente la sua capacità di proporre colori, arrotolamenti, srotolamenti sempre nuovi che ci trasportano in piani sempre diversi e più “mistici” se mi consentite questo termine. Davanti alle sue opere ci troviamo, volenti o nolenti, davanti a noi stessi.

Per notizie più tecniche e conoscere meglio il Maestro, vederlo nel suo studio, conoscere il suo percorso, la sua incredibile umiltà, guardate il video a cura di Cesare Orler. Scoprirete un variegato, meraviglioso mondo.

Buona visione.

CI RISIAMO Andando in città, giorno feriale settimana gialla.

Photo by Nikita Belokhonov on Pexels.com

E così eccomi di nuovo in fila per entrare in città. Siamo tutti contenti, o perlomeno è quello che penso, perché convinti di aver riacquistato un po’ di libertà. In realtà ho scoperto presto che semplicemente stavamo rientrando nel tram/tram quotidiano e nel caos di una metropoli che sembra sempre essere in corsa.

Incomincio a essere agitata, senza motivo. Certo sono in fila, ma la fila scorre e non sono in ritardo, ormai come tutti ho imparato a calcolare i tempi. È pur vero che vivendo e lavorando a Roma, non puoi mai sapere. La tua strada abitudinaria all’improvviso può cambiare senso di scorrimento oppure può essere chiusa per lavori. Se poi malauguratamente c’è stato un incidente…allora addio ai tempi previsti. Mi sono resa realmente conto di questo a Milano quando per prendere un appuntamento dissi “ci vediamo alle 16, 16/30″. Il collega da Buon milanese mi rispose ” alle 16? O alle 16/30?”. Per lui mezzora di differenza voleva dire la possibilità di un altro appuntamento! Per noi romani invece tenerci un mezz’ora di lasco è normale, ci permette di non fare delle pessime figure!
Mi sono detta “smettila di essere cretina. Cosa c’è che non và? Cosa c’è che ti agita? Quale ombra dentro di te si sta agitando cercando l’uscita?” Ma più pensavo, più non trovavo nulla, nulla di reale o di concreto. Forse è questo senso di incertezza che tutti stiamo vivendo in questo periodo particolarmente difficile …forse.

Ho trascorso la giornata portando a termine le cose che dovevo fare, certo fra le mille difficoltà  di una città ridotta allo stremo. Caos ovunque perché  in questa situazione di degrado generale ognuno si sente in diritto di fare tutto quello che gli passa per la testa infischiandosene  letteralmente degli altri. Il signore che ha una fretta insaziabile e si attacca al clacson solo perché  più  avanti qualcuno cerca di parcheggiare, la moto che crede sia giusto fare lo slalom fra i veicoli ignorando del tutto il divieto di superare a destra. Ora si sono aggiunti i ciclisti che poiché non inquinano si sentono superiori e poi i monopattinI… Il pedone che in quanto tale si sente invulnerabile e attraversa senza guardare, scrivendo sul suo smart, parlando al telefono o correndo perché  il semaforo ormai è  rosso. Poi c’è quello che non ci pensa proprio e semplicemente scende dal marciapiede e attraversa. Il furgone posteggiato all’angolo che occlude completamente la vista per cui devi superare l’incocrio un po’ come la roulette russa, o la va o la spacca. E poi ragazzi,  inizia lo strazio del parcheggio…giri e giri controllando anche i passanti per vedere se per caso hanno delle chiavi in mano e se sì  inizi a seguirli come un segugio. “Scusi per caso va via?” “No, sono appena arrivato!” “Grrr😡 e lo strozzeresti solo perché  lui ha trovato posto e te ancora no. Ma di questo vi ho già parlato.

ALLORA ho fatto una piccola riflessione: quelle rarissime volte che in questo periodo di isolamento sono potuta andare Roma, anche se NON PER motivi piacevoli, perlopiù per visite mediche 😷, ho in realtà goduto di una città a dimensione umana. Problemi di parcheggio sempre! Ma ragazzi, si potevano vedere le case, i monumenti, i parchi, poca gente in giro e soprattutto pochissime macchine in movimento !👏 Un aspetto piacevole del COVID19 che non avevo considerato. A volte basta accontentarsi delle piccole cose che scopri la gioia e serenità che ti possono dare.

sulla strada del ritorno ero di nuovo serena e tranquilla, soddisfatta e veramente  contentA. 💕

Ciao. Buon tutto 😉 🙋‍♀️

Amicizia Friendship

Amici

Cosa vuol dire realmente amicizia? Parliamo di quella vera, profonda che dura negli anni o semplicemente di quando frequentiamo per un po’ di tempo una persona e la chiamiamo amico/ca mia?

Vorrei confrontarmi con voi su quella che considero la vera amicizia. Per me rappresenta quel legame profondo che si instaura con un altro essere umano, a prescindere dal sesso, dall’età o dalla appartenenza. Un rapporto che sul nascere spesso è faticoso, come qualcosa da conquistare, ed in effetti poi scopri che è così perché stai conquistando la piena fiducia ed il cuore di un’altra persona. Anche te ti ritrovi a donare un po’ di te, non sai come, ma è così.

Con il tempo hai bisogno di confrontarti con lei, a volte hai bisogno di essere confortata o semplicemente di ridere insieme. Ti piace condividere anche i tuoi pensieri e quando credi che sbaglia o che sia stata manchevole nei tuoi confronti, la perdoni subito senza pensarci. Se va da un’altra parte del mondo, non importa, poi appena potete rincontrarvi è come se vi foste lasciate il giorno prima. Ma questo rapporto ha le sue regole, prima fra tutte la lealtà. Succede così che nel percorso della vita si perdono alcuni amici/che. Per tradimenti veri o semplice incomprensione dei fatti che si sveleranno alla luce di poi. Perché il tuo comportamento nei suoi confronti, atto a proteggere o preservare viene travisato e, naturalmente questo succede da ambedue le parti. Due amici veri però, magari a distanza di tempo, si affrontano e si chiariscono. Come bimbi, litigano e fanno pace. Si dice chi trova un amico trova un tesoro, credo fermamente che sia un detto molto veritiero, un amico è un sostegno, un porto sicuro semplicemente un dono, ma come tale va conservato bene, con amore, coccole e soprattutto lealtà!

Tommaso D’Aquino dice “La cosa più preziosa su questa terra è un amico.” Ricordatevelo sempre. 🙋‍♀️

Riuscite a vederli?! Can you see them ?!

buon appetito ENJOY YOUR MEAL

Sono passerotti che, nonostante il freddo, stanno banchettando fra le margherite approfittando di un po’ di sole.

THERE ARE FOUR SPARROWS THAT, DESPITE THE COLD, ARE BANQUETTING AMONG THE DAISIES, TAKING ADVANTAGE OF A LITTLE SUN.

Questi forse si vedono meglio, ma non so che uccellini siano!

These perhaps are better seen, but I don’t know what birds they are!

bianchi e neri con petto giallo! black and white with yellow breast!
Un po’ di calore A LITTLE HEAT

Un saluto a tutti in attesa del caldo 🙋‍♀️

A GREETING TO ALL WAITING FOR THE HEAT ️🙋‍♀️

TAI CHI CHUAN

Premessa

Pratico da anni il Tai Chi Chuan, stile Yang, permettetemi di parlarvene un po’ non certo in modo esaustivo e solo qualche accenno superficiale!

Come è iniziato il Tai Chi?

Esistono due teorie

La prima:

Intorno alla dinastia Yuan e Ming – Chang Sanfeng – circa 600-700 anni fa, visse nel tempio Shaolin e andò alla montagna WuDang e creò il Tai Chi. Dopo aver visto una gru combattere con un serpente. La gru era sempre rigida. Il serpente era flessuoso e seguiva i movimenti della gru, non ha opposto resistenza, ma in continuo movimento non ha perso la vita per colpa della gru. Il duro, rigido, hard era controllato dal morbido, da soft.

Seconda teoria:

È stato creato dalla famiglia Chen circa 300 anni fa da Chen Wangting.

Che vuol dire arte marziale interna e quale è la differenza tra arti marziali interne ed esterne?

Con le arti marziali esterne bisogna essere più duri e forti del proprio avversario per poter superare l’avversario.

Le arti marziali interne includono Tai Chi, Hsing-I e Bagua. Ci alleniamo per usare modi morbidi per rendere il corpo morbido, seguire l’energia dell’avversario. Nella forma Tai Chi l’energia è in continuo movimento, senza interruzioni. Come le nuvole che si muovono, l’acqua che scorre e non si ferma mai.

corpo durante la pratica del Tai Chi chuan?

La parte superiore del corpo è leggera, la parte centrale del corpo è flessibile e la parte inferiore del corpo è solida e pesante. La respirazione è naturale, accompagna i movimenti. Affonda il tuo chi al dantian. Non parliamo troppo di coordinare la respirazione con i movimenti. Con movimenti lunghi devi respirare in modo naturale – non smettere di respirare perché la tua energia si fermerà, il Chi (energia) si fermerà, quindi i movimenti e il respiro dovrebbero essere naturali. I movimenti devono essere sempre coordinati con il respiro.

Con altre forme di arti marziali il significato è che la forma è veloce, i movimenti sono ampi ma con il Tai Chi l’energia continua a scorrere come l’acqua, come le nuvole.

Lo stile Yang è lo stile di Tai Chi più popolare praticato oggi nel mondo. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che la famiglia Yang insegna al pubblico e non lo tiene privato.

Il Gran Maestro Yang Zhen Duo, recentemente scomparso all’età di 95 anni, dal 1985 ha viaggiato in decine di paesi e regioni del mondo per promuovere il Tai Chi. A riconoscimento del suo contributo, nel 1996 gli è stato conferita la carica di sindaco onorario di San Antonio, Texas. Il sindaco di Troy gli ha conferito la chiave d’oro della città nel 1999 e nello stesso anno il governatore del Michigan ha rilasciato un certificato di encomio. Il Gran Maestro è stata la prima persona della famiglia Yang ad andare all’estero, è  stato il primo membro della famiglia Yang a insegnare oltreoceano in Europa, Nord America e Sud America e a portare il Tai Chi Chuan della famiglia Yang nel mondo.

Il Gran Maestro era sincero e umile, di mentalità aperta e indifferente alla fama e al successo. Rispettava gli anziani e amava i giovani in casa, insegnava agli altri con pazienza e instancabilmente. Ha sempre sostenuto che “il Tai Chi nel mondo è una sola famiglia” e ha dedicato la sua vita, la sua energia e il suo entusiasmo a diffondere il Tai Chi Chuan della famiglia Yang, nella speranza che il contributo alla salute umana del Tai Chi possa sempre crescere. Ha dato un contributo indelebile alla diffusione della cultura tai chi nel mondo. Mi permetto di aggiungere che aveva un viso sempre sorridente e pacioso come un meraviglioso padre.

Compleanno del Gran Maestro Yang Zen Duo, 2012, Taijuan, China

Cosa è il Wu De?

Wu De (virtù marziale) è il codice di condotta (morale) stabilito per i praticanti di arti marziali e copre due aree principali: le azioni e la mentalità del praticante.

Nell’azione si dovrebbero esprimere umiltà, rispetto, rettitudine, fiducia e lealtà.

Nella mente bisogna avere Volontà, Resistenza, Perseveranza, Pazienza e Coraggio.


Benefici del Tai Chi Chuan

Salute

Il Tai Chi è un approccio olistico al benessere (inclusi mente, corpo e spirito) e si concentra sull’alleviare gli effetti fisici dello stress sul corpo e sulla mente. La concentrazione e la calma coltivate dall’aspetto meditativo del Tai Chi si sono dimostrate eccezionali nel mantenimento di una salute ottimale (soprattutto nel senso di alleviare lo stress e mantenere l’omeostasi). I ricercatori hanno scoperto che la pratica del Tai Chi mostra effetti favorevoli sulla promozione del controllo dell’equilibrio, della flessibilità e della forma cardiovascolare.

Per ulteriori informazioni sul Tai Chi e sulla tua salute, puoi visitare il Centro online di informazioni sulla salute e il Tai Chi finanziato dal governo degli Stati Uniti all’indirizzo http://www.americantaichi.net . Sul sito web “The Tai Chi & Consumer Health Information Center” del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti, potete trovare informazioni scientifiche, affidabili e complete sui vari benefici per la salute del Tai Chi: artrite, diabete, prevenzione delle cadute, aumento dell’elasticita’ delle articolazioni, riduzione del dolore, salute mentale, malattie cardiovascolari, fitness e generale. benessere.

Riduzione dello stress

Un recente articolo del New York Times definisce il Tai Chi un riduttore di stress e continua dicendo: “Non c’è dubbio che il tai chi può ridurre lo stress”. Per l’articolo completo, vedere: http://www.nytimes.com/2010/09/28/health/28brody.html?_r=2 .

Perdita di peso

Nonostante il suo ritmo lento e dolce, il Tai Chi brucia circa 280 calorie all’ora, che sono più calorie bruciate rispetto al surf e quasi quanto lo sci alpino (350 calorie all’ora). Per ulteriori dati su esercizio e calorie bruciate all’ora, vedere: http://www.nutristrategy.com/activitylist3.htm .

Secondo WebMD: “Poiché il Tai Chi è a basso impatto, dicono gli esperti, è una buona scelta per le persone che trasportano un peso extra, che spesso hanno limitazioni alle ginocchia e alle anche. Se non puoi camminare o fare esercizi tradizionali senza dolore, il Tai Chi può essere abbastanza delicato da farti muovere. E con una pratica regolare, inizierai a bruciare calorie e perdere peso. Per l’articolo completo, vedere: http://www.webmd.com/healthy-aging/guide/tai-chi-health. E per ulteriori informazioni sul Tai Chi .

☯️🌝

Sensazioni

Oggi, giorno di Pasqua, mi sono preparata per ricevere la benedizione Urbi et Orbi del Papa. Al momento giusto ho inclinato la testa e chiuso gli occhi per rispetto e perché realmente mi sentivo di farlo.

Con le palpebre chiuse ho avvertito e poi “visto” una sagoma dietro di me. Nel primo istante ho pensato a mio marito, ma lui era al piano di sotto. Questa era una sagoma nera alle mie spalle, la percepivo bene, solida, non un ombra, molto più grande di me che mi sovrastava. Per alcuni secondi ho avuto timore, era nera ed enorme. Sono stata presa da un leggero tremore. Era il male, perché? No, non era possibile, stavo ricevendo la benedizione! Allora cosa e chi era, stava ancora lì. Poi forse ho capito. Il mio angelo custode che mi proteggeva con le sue enormi spalle e mi accompagnava in un momento importante.

Non so voi, ma ho sempre immaginato il mio angelo luminescente e con delle grandi ali, invece probabilmente è semplicemente come un grandissimo uomo nero, forse le ali ce le ha, ma le spiega solo quando servono.

Non so, non posso dire altro, ma questo è quello che ho percepito e queste sono state le mie emozioni. Rifletteteci un po’ e decidete voi.

Sono serena, contenta di quanto ho vissuto e anche se fosse solo nella mia mente, mi ha confortata e piena di gioia! 💞 🙋‍♀️

ancora auguri a tutti

Happy Easter

riusciamo a mettere da parte per un sol giorno tutti i dolori, i rimorsi, le ansie, le paure le preoccupazioni ed anche i desideri,solo per un giorno! Che questa Pasqua sia piena di gioia per tutti. Immaginiamo un mondo dove nessuno soffre la fame, dove non si uccide, dove i bambini vengono coccolati e amati. Un mondo in cui non esista il Dio denaro, ma solo la ricerca del benessere dell’altro. Pensiamoci e vedrete che a poco a poco vi riempirete di gioia e una voglia interiore di dare…nessun uovo di cioccolata sarà mai così buono!

we can put aside all pains, remorse, anxieties, fears, worries and even desires for just one day, just for one day! May this Easter be full of joy for everyone. Let’s imagine a world where no one goes hungry, where no one kills, where children are pampered and loved. A world in which there is no God money, but only the search for the well-being of the other. Let’s think about it and you will see that little by little you will fill yourself with joy and an inner desire to give … no chocolate egg will ever be so good!

AUGURI WISHES